CONOSCI IL COLESTEROLO

Il colesterolo è un lipide (o grasso) normalmente presente nel circolo sanguigno.
Il colesterolo totale nel sangue comprende il colesterolo LDL, o “colesterolo cattivo”. Esso, se presente in eccesso, danneggia le arterie e aumenta il rischio di infarto, in quanto favorisce la formazione delle placche aterosclerotiche. Purtroppo, ad oggi, solo il 18% dei pazienti in prevenzione secondaria e in terapia ipolipemizzante raggiunge i livelli di colesterolo raccomandati per la propria patologia. Per questo motivo è fondamentale tenere sotto controllo i livelli di colesterolo LDL, soprattutto se hai già avuto un infarto. Accanto al colesterolo LDL, in circolo vi è anche il colesterolo HDL, detto “colesterolo buono”

Qual è il valore di colesterolo LDL raccomandato per chi ha avuto un infarto?

Il colesterolo LDL è la forma di colesterolo usata in ambito medico come riferimento per il rischio di malattia cardiovascolare aterosclerotica. Nella persona che non ha malattie, il colesterolo LDL deve essere mantenuto sotto i 115 mg/dL. Se una persona ha il diabete mellito, il colesterolo LDL deve essere inferiore a 100 mg/dL. Il colesterolo totale deve essere inferiore ai 200 mg/dL, mentre il colesterolo HDL deve essere superiore a 40 mg/dL negli uomini e 50 mg/dL nelle donne. Dopo un infarto, il colesterolo LDL deve essere ridotto maggiormente, raggiungendo livelli inferiori (70 mg/dL) o, in certi casi, anche più, fino a sotto i 55 mg/dL.

I LIVELLI RACCOMANDATI DALLE LINEE GUIDA SULLE DISLIPIDEMIE 2019 DELLA SOCIETÀ EUROPEA DI CARDIOLOGIA (ESC) E DELLA SOCIETÀ EUROPEA DELL’ATEROSCLEROSI (EAS)

Per i pazienti a rischio molto alto:
raccomandati una riduzione dell’LDL di almeno il 50% rispetto al valore basale e un target di LDL < 55 mg/dL.

Per i pazienti a rischio molto alto che hanno un secondo evento vascolare entro 2 anni dal primo (non necessariamente dello stesso tipo) mentre sono in trattamento con statine alla dose massima tollerata:
suggerito un target di LDL < 40 mg/dL.

Per i pazienti ad alto rischio:
raccomandati una riduzione di almeno il 50% rispetto al valore basale e un target di LDL < 70 mg/dL.

Per i soggetti a rischio moderato:
suggerito un target di LDL < 100 mg/dl.

Per i soggetti a basso rischio:
suggerito un target di LDL < 115 mg/dl.

Il cuore conta su di te FAI LA MOSSA GIUSTA

FAI IL TEST

Fai la mossa giusta!
Partecipa al nostro test.